var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-26218038-5']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })();

venerdì 24 agosto 2018

“Come ti divento bella” una disamina sull’autostima femminile nel tempo dello stereotipo della bellezza canonica

Titolo: Come ti divento bella

Titolo originale: I Feel Pretty

Regia: Abby Kohn, Marc Silverstein

Sceneggiatura: Abby Kohn, Marc Silverstein

Musiche: Micheal Andrews

Produzione Paese: USA, 2018-08-24

Cast: Amy Schumer, Michelle Williams, Rory Scovel, Emily Ratajkowski, Naomi Campbell, Aidy Bryant, Lauren Hutton, Busy Philipps, Tom Hopper, Adrian Martinez, […]
 
 
 
“Come ti divento bella” è una commedia che ripercorre parzialmente, nella parte iniziale, le tracce del film “Il diario di Bridget Jones” (2001), diretto da Sharon Maguire, con la brillante Renée Zellweger, che personificava una trentenne frustrata perché in sovrappeso, così come la Renee Barrett (Amy Schumer), la protagonista di questo film. Costei, infatti, è una donna insicura, insoddisfatta, perennemente angosciata e priva di autostima per il suo aspetto fisico grassottello, che non risponde ai canoni di bellezza imposti e propagandati dai media. Lavora in un ufficio sotterraneo di New York dove gestisce il sito web della grande azienda di cosmetici Lily LeClaire. Questo suo disagio come donna, che non può inserirsi nella società per il suo aspetto, è continuamente intensificato da diversi fatti: se va nella sede centrale dell’azienda incontra giovani modelle dalla linea aggraziata e snella conforme alla bellezza canonica, se va a cercare qualche vestito per sé, si sente rispondere dalla commessa di turno che “abbiamo una gamma di taglie limitata in negozio, ma può trovare taglie forti online”. Pur essendo convinta che “la bellezza è un fatto soggettivo”, confida alle sue due amiche che è “iscritta a tutti i siti, nessuno legge i profili, guardano solo le foto e questo mi frega alla grande!
A causa di tutto ciò, decide allora, per acquistare una forma esile di iscriversi in una palestra dove, nel primo incontro, a causa del suo sovrappeso, cade dalla cyclette e sbatte la testa. Quando rinviene, si guarda allo specchio e non si vede più grassa ma, al contrario, grida con enfasi “Oh, ma ... sono io?! Sono...bellissima! Quel colpo alla testa l’ha intronata e le ha fatto cambiare idea sulla sua corporeità: La mia vita è completamente cambiata!
Non solo Renee ora si ritiene bella ma, essendo una donna molto perspicace, si propone alla nipote della titolare dell’azienda Avery (Michelle Williams) come modella perché sostiene che “La modella è uno dei ruoli che potrei ricoprire! Io non sono solo questo!” La sua autostima si fa grande tant’è che fa amicizia anche con Ethan (Rory Scovel), un bel ragazzo che si invaghisce di lei e con la quale ha anche intensi rapporti sessuali. Tutto può accadere a questo punto in positivo nella vita di Renee se non fosse che sfortunatamente cadendo un’altra volta, e un’altra volta battendo la testa, al risveglio perde la convinzione di essere bella e la sua psiche la riporta a essere come prima.
Amy Schumer dimostra di essere un’attrice molto brava  che calza alla perfezione il personaggio di Renee, la quale manifesta in modo palese e brioso anche la contrarietà alla sopraffazione dei modelli stereotipati che questa società non solo propaganda e impone, ma che mette anche in secondo piano il merito e l’intelligenza delle persone che non rientrano in quei modelli canonici.
“Come ti divento bella” è stato proiettato al Giffoni Film Festival 2018.
Francesco Giuliano
 

 

Nessun commento:

Posta un commento